Bitcatcha è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti passando per uno dei link del nostro sito, noi riceviamo una commissione di affiliazione. Dimmi di più

 

tl;dr

Bluehost è un’opzione fantastica per i principianti che vogliono sviluppare il loro primo sito per un’attività o per un blog. La facile procedura di registrazione e l’installazione di WordPress automatica rende il processo davvero semplice. Anche se non è il migliore né per rapporto qualità/prezzo né per servizi, funziona davvero bene. Scopri di più.

 

Recensione Bluehost: 7 Pro e 4 Contro di Bluehost (Test di Velocità dei Server)

 

Se ti stai chiedendo se Bluehost è un buon fornitore di hosting web, hai trovato la pagina giusta.

 

Noi di Bitcatcha siamo un po’ ossessionati con gli host web (i medici certificano questa patologia).

 

Ci siamo dati da fare, abbiamo aperto un account su Bluehost e testato le prestazioni dei piani di hosting condiviso. Qui ti presentiamo i risultati in una recensione completa di Bluehost, la migliore che puoi trovare sul web.

 

 

Prima di cominciare, ecco alcune informazioni per familiarizzare con questo fornitore di hosting web.

 

Nota

Utilizziamo un tasso di conversione di 1 USD – 0,90 EUR per tutti i prezzi elencati.

 

Informazioni su Bluehost

 

Fondato dai giovanissimi Matt Heaton e Danny Ashworth nel lontano 2003, Bluehost è attivo nel settore da tanto tempo.

 

 

È un dinosauro del settore, ma questo non è un male. Essendo attivo da molto tempo può far leva sulla sua esperienza e offrire agli utenti un’esperienza ottima.

 

Anche se è un fornitore di hosting web conosciuto e usato in tutto il mondo, Bluehost ha 1 solo data center, negli Stati Uniti d’America. Un unico centro che fornisce servizi a tutti i siti dei clienti, un incredibile totale di 2 milioni, in crescita ogni giorno!

 

Hanno avuto successo sul mercato perché, in soli 7 anni, hanno attirato l’attenzione del gigante dell’hosting web Endurance International Group, che li ha acquisiti.

 

Con il sostegno del gruppo EIG, Bluehost è cresciuto come azienda fino a raggiungere un team di ben 750 persone grazie al quale fornisce supporto ai clienti 24 ore su 24!

 

Come se non bastasse, Bluehost è anche uno dei 3 fornitori di hosting web consigliati da WordPress!

 

Per capire l’entità di tale traguardo basta pensare che il 30% dei siti mondiali usa WordPress. In poche parole, WordPress è una rockstar del web, e ottenere la sua approvazione è come se la tua attrezzatura da palestra fosse approvata da Dwayne “The Rock” Johnson.

 

Ora sai di chi stiamo parlando, vediamo perché secondo la nostra umile opinione Bluehost è un fornitore di hosting web notevole!

 

(Torna all’inizio)

 

7 ottimi motivi per scegliere Bluehost!

 

1. Bluehost è sorprendentemente facile da usare

 

Se hai già sviluppato un sito in passato e hai utilizzato un servizio di hosting web con un’interfaccia scadente, saprai quanto può essere problematico accedere alla dashboard e non avere la minima idea di cosa fare.

 

Bluehost ci ha sorpresi con la sua semplice procedura per cominciare. Dopo aver completato la registrazione e aver acceduto alla dashboard, abbiamo cliccato un paio di volte qua e là e, tac, come per magia, WordPress era già installato e pronto all’utilizzo.

 

Sappiamo che le immagini valgono più di mille parole, quindi eccone alcune che mostrano cosa succede dopo l’accesso.

 

 

Bluehost inizia ponendo alcune domande sul sito che si vuole creare. Basta selezionare un’opzione nel menu a tendina e cliccare su continua. Facilissimo.

 

 

Poi chiede se si tratta di un blog, di un sito di e-commerce o di un sito di nicchia che vende carta regalo al profumo di feci.

 

 

Continueranno con le domande sul sito, ma non preoccuparti perché lo fanno nell’interesse dell’utente. Dai un nome al sito, pensa a uno slogan e autovaluta la tua abilità nel costruire siti web sulla scala rileva-pivelli.

 

 

A questo punto basterà scegliere un tema che ti piace, e…

 

…boom: WordPress viene installato automaticamente! Non rischi di scegliere la cartella sbagliata o di incasinare le cose, fa tutto da solo.

 

 

Bluehost si occuperà di tutto ciò che riguarda il backend, tu dovrai solo preoccuparti di personalizzare il sito e dargli un aspetto professionale.

 

Anche se è la prima volta che si crea un sito, sono sicuro che non si incontrerà nessun problema con Bluehost. Se invece si ha un po’ di esperienza, sicuramente si apprezzerà quanto sia facile da usare la dashboard.

 

 

Dimmi se non è meravigliosa l’interfaccia cPanel personalizzata. Decisamente migliore della solita confusionaria dashboard standard di cPanel.

 

(Torna all’inizio)

 

2. È incredibilmente veloce in tutto il mondo!

 

Secondo thinkwithgoogle un sito che carica velocemente è importante per il successo di qualsiasi attività online. Per questo i tempi di risposta del server hanno un ruolo fondamentale nella scelta di un hosting web.

 

Con solo un data center mondiale situato negli Stati Uniti, non pensavamo che Bluehost riuscisse a ottenere risultati così positivi con il nostro test di velocità server brevettato.

 

Abbiamo analizzato i tempi di risposta del nostro sito di prova scegliendo il piano base, e siamo rimasti davvero impressionati.

 

















US (O) US (E) Londra Singapore San Paolo
23 ms 78 ms 183 ms 193 ms 164 ms
















Bangalore Sydney Giappone Canada Germania
330 ms 168 ms 125 ms 92 ms 174 ms

Velocità media: 153 ms(Vedi i risultati completiVisita il sito di prova)

 

Il fornitore ha risposto incredibilmente bene, superando ampiamente in quasi tutte le nazioni i 200 ms consigliati da Google.

 

Ovviamente è più veloce negli Stati Uniti dato che il data center si trova lì, ma non è lento nemmeno nelle nazioni dall’altra parte del pianeta come Singapore, Australia e Giappone!

 

Grazie a un risultato mondiale medio di 153 ms, Bluehost merita tra gli hosting web valutazione A più veloci che abbiamo mai recensito. Si può stare tranquilli: a prescindere da dove si trovano i propri visitatori, Bluehost sarà in grado di fornire prestazioni idonee!

 

Beh… eccetto se i visitatori si connettono dall’India. In questo caso potresti voler dare un’occhiata al nostro articolo sui migliori hosting web per l’India.

 

SCOPRI DI PIÙ SUL SITO UFFICIALE DI BLUEHOST

* Un servizio di hosting a misura di utente molto veloce a un prezzo conveniente!

 

(Torna all’inizio)

 

3. Offre server con prestazioni elevate

 

Se hai intenzione di sviluppare siti e-commerce su larga scala o forum come Reddit, sarai lieto di sapere che Bluehost offre server ad alte prestazioni adatti alle tue necessità.

 

Perché è importante?

 

Beh, quando si parla di hosting web condivisi, il possibile difetto del server è già chiaro dal nome: si condivide lo spazio con altri utenti, per ridurre i costi.

 

Infatti alcuni utenti potrebbero accidentalmente (o intenzionalmente) usare più risorse di quelle previste, rallentando gli altri utenti che utilizzano quel server. Potrebbe succedere che a volte il sito nemmeno si carichi.

 

Bluehost assegna meno utenti su ognuno dei suoi server ad alte prestazioni, con ciascun utente che si ritrova fino a 300.000 file a disposizione. Avrai a disposizione più risorse computazionali, una velocità di caricamento costante e meno downtime!

 

MA!

 

Come in tutte le cose belle, c’è sempre un ma: I server ad alte prestazioni sono disponibili solo con il piano Pro, molto più costoso del resto dei piani di hosting web condiviso.

 

Se vuoi prestazioni ottimali, devi pagare.

 

Nonostante questo, rimaniamo fiduciosi nella qualità dei suoi server. Il nostro sito di prova è sviluppato con il piano Basic, e l’uptime è rimasto quasi al 100% da aprile 2018!

 

Uptime da aprile 2018

99.89%

* Uptime del nostro sito con piano Basic di Bluehost, monitorato con uptimerobot.com

 

Se i server di hosting condiviso riescono a ottenere un simile uptime, sicuramente i server ad alte prestazioni non saranno da meno.

 

(Torna all’inizio)

 

4. Ottime funzionalità di sicurezza

 

Quando parliamo di sicurezza, non intendiamo solo le funzionalità che proteggono da quei maledetti hacker.

 

Parliamo di sicurezza in termini di tranquillità e di blocchi per lo spam verso la nuova casella di posta ottenuta con l’account.

 

Nessuno vuole passare giorni, settimane o mesi a personalizzare e modificare il sito della propria attività, ricercando un aspetto perfetto e contenuti studiati per posizionarsi sulla prima pagina di Google, solo per caricarlo e scoprire che qualcuno è entrato e lo ha eliminato.

 

Per evitare una catastrofe simile, Bluehost offre ai propri utenti la funzione CodeGuard Basic a 2,69 € al mese.

 

CodeGuard Basic

 

Il nome è figo, non c’è dubbio, ma si tratta solo di un nome stiloso per un servizio di backup giornaliero. Monitora il sito e il database frequentemente, invia notifiche quando avvengono delle modifiche ed effettua backup automatici.

 

 

La versione basic del servizio fornisce 1 GB di spazio di archiviazione, backup e monitoraggio giornaliero e 3 opzioni di ripristino al mese.

 

Se ti serve di più, CodeGuard è disponibile anche in versione Professional, Premium ed Enterprise, ma aspettati di pagare di più.

 

SpamExperts

 

Non si tratta di un esperto nel riconoscere i diversi tipi di carne di maiale nelle scatolette SPAM.

 

SpamExperts è il filtro e-mail avanzato di Bluehost. Scansiona le e-mail in entrata alla ricerca di spam, virus, phishing e altri attacchi e-mail correlati; filtra tutto con una precisione di 99,98%, ancora prima che raggiunga la casella di posta.

 

Insomma, aiuta a tenere la casella di posta pulita e in ordine.

 

SiteLock

 

Passando alla protezione del sito vera e propria, Bluehost offre un firewall base in grado di fornire una minima protezione contro minacce esterne.

 

Se si vuole di più si può scegliere di attivare SiteLock.

 

SiteLock è disponibile in tre versioni: Essential, Prevent e Prevent Plus.

 

Il piano Essential offre un servizio di rimozione malware automatico, ma non è in grado di contrastare attacchi DDOS o qualsiasi altra minaccia.

 

Il piano Prevent offre un maggiore livello di protezione aggiungendo una protezione da DDoS, un tempo di risposta di 6 ore e un servizio di ottimizzazione per immagini. Francamente, non so bene cosa l’ottimizzazione delle immagini abbia a che fare con la sicurezza, ma si tratta di una funzione inclusa, sicuramente non vado a lamentarmi.

 

Prevent Plus offre lo stesso di Prevent, rincarando la dose con delle scansioni giornaliere.

 

Si tratta in generale di un ottimo servizio, ma è disponibile solo come opzione aggiuntiva e quindi bisogna spendere di più per usufruirne. Dai Bluehost, un po’ più di sicurezza gratis non guasta!

 

(Torna all’inizio)

 

5. Offre una serie di vantaggi esclusivi

 

Sono finiti i giorni in cui ti toccava pianificare con attenzione il numero di siti da sviluppare e come distribuire le risorse necessarie per gestirli in modo efficace.

 

I piani di hosting condiviso Bluehost offrono un pacchetto completo e, soprattutto, quasi tutto è illimitato! Stiamo parlando di:

 

  • Siti web illimitati
  • Spazio di archiviazione SSD illimitato
  • Domini parcheggiati illimitati
  • Sottodomini illimitati
  • Traffico Non misurato

 

Sei libero di creare quanti siti vuoi e non devi preoccuparti del numero di visitatori!

 

Ci teniamo a sottolineare che troppi visitatori sul sito contemporaneamente potrebbero comportare un consumo eccessivo di risorse e Bluehost è noto per disattivare o addirittura eliminare siti simili.

 

(Torna all’inizio)

 

6. Il supporto risponde velocemente!

 

Una delle cose più fastidiose è dover attendere che il servizio di supporto risponda, soprattutto se hai bisogno di attenzione ORA.

 

Mentre configuravamo il nostro sito di prova, siamo rimasti soddisfatti della risposta veloce via chat del supporto. Eravamo pronti a dover aspettare almeno 15 minuti prima di ricevere una riposta dal personale, ma il team di supporto Bluehost ha sempre risposto in meno di 5 minuti.

 

Non abbiamo provato il supporto telefonico o e-mail, ma, considerando le prestazioni della chat, non serve dover ricorrere a tanti altri canali di supporto. Ovviamente sono lì a disposizione in caso di emergenze.

 

Non c’è da preoccuparsi per il fuso orario perché Bluehost offre supporto 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

 

Ottimo lavoro!

 

(Torna all’inizio)

 

7. Varie funzioni gratuite importanti

 

Alcune società cercano di attirare i clienti offrendo regali gratis poco utili. Stiamo parlando di servizi che vengono etichettati come gratuiti ma che in realtà sono (o dovrebbero essere) standard di mercato, come supporto 24 ore su 24 7 giorni su 7 o installazione WordPress automatica.

 

Non è il caso di Bluehost.

 

Il fornitore statunitense offre funzioni gratis che fanno la differenza, soprattutto sul conto in banca.

 

Ogni piano di hosting condiviso acquistato include un nome di dominio gratuito per il primo anno. Per capirci, un nome di dominio può costare tra gli 8 euro e i 872 milioni di euro all’anno, si hai capito bene. Ecco una prova.

 

Inoltre si avrà anche a disposizione il protocollo SSL gratuitamente. Magari questo non è proprio eccezionale… ma ogni cosa aiuta a fare la differenza per i proprietari di attività piccole!

 

VEDI FUNZIONI COMPLETE SU BLUEHOST

* Siti illimitati, SSD, domini e tanto altro!

 

(Torna all’inizio)

 

4 Svantaggi di Bluehost

 

Dicono che ogni rosa ha le sue spine. Bluehost è abbastanza spinoso.

 

1. Bluehost dispone di un solo data center

 

Abbiamo detto prima che siamo rimasti impressionati dalla velocità offerta con un singolo data center in tutto il mondo, e lo siamo ancora.

 

Ogni millisecondo conta in termini di velocità di caricamento del sito e siamo certi che Bluehost potrebbe fornire prestazioni molto migliori se avesse almeno un data center in ogni continente per supportare i visitatori che vivono lontano.

 

Possono anche avere la velocità media migliore tra tutti i servizi di hosting web che abbiamo recensito, ma se un altro fornitore di hosting come SiteGround ha un data center in Asia, è ovvio che i siti caricheranno più velocemente per i visitatori nei pressi di quella zona.

 

(Torna all’inizio)

 

2. Personale non qualificato

 

Non mi piace sottolineare questo punto perché tutti dobbiamo partire da qualche parte, ma è importante notare che il supporto è un po’ alle prime armi.

 

Bluehost non nasconde il fatto si avvale di un servizio di supporto fornito da personale in India. Non che sia un problema di per sé, ma lo diventa se risulta poco efficiente o veloce.

 

E ancor di più se si ricevono consigli errati dal personale.

 

Mentre configuravamo il nostro sito abbiamo posto al supporto una domanda davvero semplice:

 

“Bluehost fornisce un uptime garantito?”

 

Il supporto non sapeva che cosa significasse uptime garantito.

 

Va bene, magari non avevano capito bene. Abbiamo spiegato che cosa stavamo cercando e hanno risposto che sì, Bluehost offre uptime garantito!

 

Quindi abbiamo chiesto dove trovare le condizioni di garanzia e dopo averle spulciate, abbiamo scoperto che in realtà non offrono uptime garantito.

 

Fortunatamente, non si tratta di una cosa disastrosa, ma prego che questi giovani impiegati non forniscano indicazioni errate riguardanti qualcosa di importante che potrebbe causare danni reali ai siti.

 

Bluehost, se sei in ascolto, occupati della formazione del personale! Certi rischi non sono accettabili.

 

(Torna all’inizio)

 

3. Niente uptime garantito

 

Avendolo appena menzionato, non possiamo non approfondire la mancanza di uptime garantito.

 

Il downtime è dannoso per ogni sito: si perdono vendite e conversioni potenziali, e, se si verifica continuamente, i motori di ricerca potrebbero non mostrare il sito.

 

Ecco perché un uptime garantito è importante.

 

Indica che il fornitore si impegna a tenere il sito attivo ed è disposto a compensare i clienti che subiscono downtime consistenti.

 

L’assenza della garanzia è un campanello di allarme.

 

Detto ciò, è giusto comunque difendere Bluehost sottolineando che il suo uptime è fantastico, come evidenziato dai dati di uptime raccolti dal nostro sito di prova.

 

Per i pigri che non vogliono scorrere di nuovo in alto è quasi al 100% da aprile 2018. Notevole!

 

(Torna all’inizio)

 

4. Procedura di pagamento strana

 

Sono certo che chiunque stia leggendo questo articolo si in grado di immaginarsi un di quei venditori fastidiosi che cercano di rifilare alle persone cose di cui decisamente non hanno bisogno.

 

Quando si effettua un acquisto con Bluehost sembra di trovarsi di fronte al venditore della domenica.

 

Al momento del pagamento, vengono spuntate varie caselle che aumentano il prezzo da pagare fino a 54 € all’anno.

 

Questi strumenti possono essere utili, ma completamente inutili per alcuni utenti, e acquirenti ignari potrebbero completare l’acquisto senza accorgersene!

 

 

Assicurati di rimuovere tutte le spunte che non ti interessano prima di completare l’acquisto.

 

(Torna all’inizio)

 

Piani e prezzi di Bluehost

 

Hosting condiviso

 

L’hosting condiviso di Bluehost è disponibile in 3 piani: Basic, Choice Plus e Pro.

 

Basic
Choice Plus
Pro

N. di siti
1
Illimitati
Illimitati

SSD
50GB
Illimitati
Illimitati

Traffico
Non misurato
Non misurato
Non misurato

Tipo di server
Standard
Standard
Veloci

Domini
1
Illimitati
Illimitati

IP dedicato
No

Prezzo al mese*
3,55 €
6,24 €
12,53 €


* Il prezzo mostrato è basato su un abbonamento da 36 mesi.

 

Consiglio dell’esperto: iscriviti per 36 mesi per usufruire di prezzi più bassi, altrimenti dovrai pagare di più per i rinnovi.

 

(Torna all’inizio)

 

Hosting VPS

 

Se ti serve un hosting VPS, i server privati di Bluehost sono ottimi. Offrono spazio di archiviazione SSD, e hanno buone prestazioni in termini di potenza e flessibilità. Avrai tutto il controllo necessario sulla tua VPS.

 

I piani variano tra 17,95 € e 53,88 € al mese.

 

(Torna all’inizio)

 

Hosting dedicato

 

I piani di hosting dedicato Bluehost consentono agli utenti di avere accesso senza limiti ai suoi server. Grazia a una piattaforma robusta, leader nel settore, potrai usufruire di un hosting flessibile potente a prezzi decenti.

 

I piani di hosting dedicati variano tra 71,84 € e 107,76 € al mese.

 

OTTIENI Il 33% IN MENO SU BLUEHOST BASIC (3,55 € /MESE)

* I prezzi mostrati sono basati su un abbonamento da 36 mesi.
** Garanzia soddisfatti o rimborsati per 30 giorni!

 

(Torna all’inizio)

 

Com’è Bluehost rispetto alla concorrenza

 

Bluehost VS SiteGround

 

Come confrontare Bluehost con SiteGround? Beh, con il nostro test di velocità server ovviamente. Vediamo le prestazioni a confronto.

 

Bluehost Basic
SiteGround GrowBig

Posizione server
USA
USA

US (O)
23 ms
68 ms

US (E)
78 ms
33 ms

Londra
183 ms
96 ms

Singapore
193 ms
233 ms

San Paolo
164 ms
181 ms

Bangalore
330 ms
243 ms

Sydney
168 ms
203 ms

Giappone
125 ms
165 ms

Canada
92 ms
29 ms

Germania
174 ms
118 ms

Media mondiale
153 ms
136,9 ms


 

Fin da subito sottolineiamo come la media globale di SiteGround sia migliore rispetto a quella di Bluehost di 16,1 ms!

 

16,1 ms è poco pensandoci bene (impieghiamo circa 100 ms a battere le ciglia) ma, come detto prima, ogni millisecondo conta quando si parla di hosting web, e 16,1 ms è una differenza enorme in termini di velocità di caricamento sito.

 

SiteGround è superiore anche in termini di data center: offre 6 centri su 3 continenti. Se si punta ad avere molti visitatori fuori dagli Stati Uniti, si può scegliere un server più vicino a loro senza doversi preoccupare dei tempi di risposta.

 

Bluehost perde anche punti perché SiteGround offre il servizio Supercacher e un software ottimizzato per consegnare dati velocemente.

 

(Torna all’inizio)

 

Bluehost VS Hostinger

 

Guardando al prezzo, Hostinger è molto più conveniente. Offre prezzi sono più bassi e più funzionalità.

 

Il nostro sito di prova su Hostinger utilizza il piano di hosting condiviso Premium che costa solo 2,15 € al mese con un contratto da 48 mesi.

 

Il piano Basic di Bluehost costa 3,55 € al mese con un contratto di 36 mesi.

 

In breve, il piano Premium di Hostinger costa meno del piano Basic di Bluehost.

 

Diamo un’occhiata alle prestazioni.

 

Bluehost Basic
Hostinger Premium

N. di siti
1
100

SSD
50GB
100GB

Account e-mail
5
Illimitati

Backup
N/D
Settimanale

Traffico
Non misurato
Illimitati

Prezzo al mese*
3,55 €
2,15 €


* Il prezzo mostrato è basato sulla tariffa più bassa disponibile in base ai mesi di sottoscrizione.

 

Anche sul lato data center Hostinger è superiore con 6 centri in grado di soddisfare le esigenze di visitatori da tutto il mondo.

 

Hostinger offre anche uptime garantito e un team di supporto localizzato e competente!

 

Detto ciò, l’interfaccia personalizzata di Bluehost è migliore rispetto a quella di Hostinger.

 

(Torna all’inizio)

 

Verdetto: Bluehost è efficiente, ma non la scelta migliore!

 

Solo perché non abbiamo scelto Bluehost come il miglior hosting web, questo non significa che non sia un fornitore di servizi efficiente.

 

Offre un servizio buono, veloce a livello globale, con i siti dei clienti che si caricano come dovrebbero per favorire le vendite.

 

Grazie a un’interfaccia eccezionale e molto intuitiva, Bluehost è ideale per principianti. Inoltre, il fatto che sia consigliato da WordPress è un fattore estremamente positivo per il servizio.

 

Bluehost utilizza ancora cPanel, ottimo per tutti coloro che sono abituati a questa interfaccia. Infatti, da quando cPanel ha aumentato i prezzi, molti fornitori di hosting web hanno deciso di abbandonarlo, ma per ora sembra che Bluehost non abbia intenzione cambiare interfaccia.

 

La mancanza di un uptime garantito ci ha fatto irritare: ci piacciono i fornitori che hanno le palle garantire una compensazione di qualche tipo nel caso in cui i siti dei clienti restino inattivi per un certo periodo di tempo.

 

Infatti il fatto che le società sono disposte a pagare di tasca propria ispira fiducia. Bluehost fa esattamente l’opposto senza uptime garantito…

 

Tutti possono promettere di “sforzarsi di mantenere rete e server attivi” ma vale poco come impegno se non si è disposti a pagare quando si presentano dei problemi.

 

In ogni caso, dobbiamo dire che non abbiamo mai avuto problemi con l’uptime di Bluehost. L’uptime è stato quasi del 100% sul nostro sito di prova da aprile 2018!

 

Bluehost è un fornitore di hosting web abbastanza potente. Potrebbe non essere il più veloce e magari non è il migliore, ma se stai cercando un host web per un sito semplice, dispone di tutti gli strumenti che ti servono.

 

Funzionalità Chiave

  • ✓ Ottima velocità
  • ✓ Interfaccia eccezionale
  • ✓ Risorse sufficienti
  • ✓ Dominio gratis
  • ✓ SpamExpert

Consigliato Per

  • • WordPress
  • • Joomla
  • • PrestaShop
  • • Proprietari di siti nuovi
  • • Siti di piccole attività


 

OTTIENI Il 33% IN MENO SU BLUEHOST BASIC (3,55 € /MESE)

* I prezzi mostrati sono basati su un abbonamento da 36 mesi.
** Garanzia soddisfatti o rimborsati per 30 giorni!

 

(Torna all’inizio)

Bluehost

?

Uptime generale

99.89%

Prestazioni server

A+

Tempo di risposta

US (O) Londra Giappone
23 ms 183 ms 125 ms

Visualizza report velocità completo

Da

3,55 €*

al mese

VISITA HOST

  • * Prezzo per piano da 36 mesi
  • • Hosting su misura per principianti

Informativa Pubblicitaria

Hosting Migliori Consigliati


 


Hostinger

Uptime
Generale
Velocità
Server
Prezzo
99.95 %
A+
€0.99
Hostinger

SiteGround

Uptime
Generale
Velocità
Server
Prezzo
99.99 %
A+
€3.99
SiteGround

Netsons

Uptime
Generale
Velocità
Server
Prezzo
99.99 %
A+
€3.34
Netsons