tl;dr

Sync offre agli utenti un ottimo mix tra sicurezza e flessibilità nella condivisione delle cartelle. Se dai più valore alla privacy rispetto agli strumenti produttivi, potrai stare tranquillo con Sync e godrai anche di un ottimo rapporto qualità/prezzo. Scopri di più.

 

Recensione Sync.com: 8 Pro e 5 Contro di Archiviazione Cloud Sync

 

Negli anni ’90 ci chiedevamo come fosse possibile riempire un disco rigido da 30 MB. Pochi anni dopo 100 € per una chiavetta da 1 GB sembrava un affare.

 

Poi, dato che le dimensioni dei file hanno continuato a crescere sempre di più, siamo diventati ancora più affamati di GB, volevo dire, TB.

 

Oggi, la maggior parte di noi si aspetta un servizio di archiviazione sicuro, affidabile ed economico che permetta di accedere ai dati quando necessario. Ecco dove entrano in scena i fornitori di spazio di archiviazione su cloud.

 

Uno di cui potresti aver già sentito parlare è Sync.com.

 

 

Nota

Utilizziamo un tasso di conversione di 1 USD – 0,90 EUR per tutti i prezzi elencati.

 

Introduzione di Sync.Com

 

Innanzitutto, chi e cos’è Sync.com?

 

Fondato in Canada nel 2011 da Thomas Savundia, Sync punta a offrire un servizio di archiviazione che metta al primo posto la privacy. Ci sono voluti alcuni anni di sviluppo per diventare creare la piattaforma che gli utenti adorano e conoscono oggi. Parliamo di ben 750.000 utenti!

 

Sync mira a “permettere agli utenti di accedere e condividere facilmente i propri file da praticamente qualsiasi computer, smartphone o tablet, senza compromettere la propria privacy”.

 

Sync permette a chiunque di abbonarsi gratuitamente ai suoi servizi e, al contempo, offre anche piani a pagamento per uso personale e aziendale, tutti con spazio di archiviazione aggiuntivo e un certo numero di utenti per account. Torneremo sui dettagli dei piani in seguito.

 

Abbiamo sentito tante cose positive su Sync e la sicurezza che è in grado di offrire. Ma dato che non ci fidiamo solo delle voci, Bitcatcha ha deciso di analizzare personalmente Sync, stilando un elenco di pro e contro.

 

(Torna all’inizio)

 

Configurare Sync: quanto è facile?

 

Per prima cosa, com’è l’installazione Sync?

 

È davvero semplice, come puoi vedere qui.

 

La registrazione che permette di accedere ai primi 5 GB richiede pochi secondi e alcuni dettagli semplici.

 

Una volta che ci si è registrati viene mostrato un elenco con delle istruzioni da seguire per completare la configurazione di Sync (ultimato l’elenco viene sbloccato 1 GB di spazio aggiuntivo).

 

sync guides to set up

 

Il secondo messaggio chiede di scaricare l’app per desktop e la cartella di Sync corrispondente. Si tratta di uno spazio dove effettuare i backup dei file e iniziare a condividerli. Qualsiasi elemento all’interno della cartella Sync viene salvato automaticamente in backup.

 

L’app per desktop aiuta anche ad accedere e ad esplorare gli elementi della cartella di Sync sul computer, e permette di aprire anche il “Data Vault” (maggiori informazioni più avanti). Si avranno anche a disposizione una cronologia delle versioni con l’attività sui file e a una funzionalità di ripristino dei file eliminati.

 

Basta trascinare un file all’interno della cartella di Sync perché venga automaticamente aggiunto e salvato. Si tratta di una cartella uguale a qualsiasi altra all’interno del computer.

 

Unica pecca, abbiamo notato che non viene spiegato durante l’installazione come accedere al Vault, il che rende il suo utilizzo poco intuitivo. Le cose sono più chiare nell’interfaccia web dove sono presenti queste istruzioni:

 

sync guides to set up

 

CREA GRATUITAMENTE UN ACCOUNT SU SYNC.COM

* Ottieni 5 GB totalmente gratis, senza carta di credito!

 

(Torna all’inizio)

 

8 cose che ci piacciono di Sync.com

 

Una volta installato, abbiamo iniziato a esplorarne le funzionalità e testarne l’utilizzo.

 

Ecco cosa abbiamo apprezzato:

 

1. Completo rispetto della privacy

 

Prima di entrare nel merito facciamo una premessa: sapevi che la maggior parte delle applicazioni di archiviazione su cloud, inclusi Google Drive e Dropbox, hanno delle condizioni del servizio che permettono agli impiegati di accedere, scansionare e condividere i file archiviati nei propri server?

 

Un pensiero inquietante, o no?

 

Sync ha studiato un modo per impedire tutto questo, e si tratta probabilmente della sua caratteristica principale.

 

Tutti i file salvati su Sync sono protetti da crittografia AES 256-bit end-to-end. Questo significa che tutti i file sono criptati alla fonte e solo il proprietario dell’account ha accesso alla chiave che sblocca i dati.

 

Quindi, anche se i file sono online, non sono accessibili perché necessitano della chiave crittografica per comprenderli.

 

Questa è detta anche privacy “zero-knowledge”. Ovviamente si tratta di un approccio con anche dei lati negativi. Ad esempio, dato che Sync.com non memorizza le chiavi di crittografia, se si dimentica la password non si avrà più accesso ai dati, perché Sync non può reimpostarla.

 

Inoltre, Sync non permette di accedere ai file con app terze. La maggior parte degli altri fornitori di spazio di archiviazione su cloud offrono un’API che permette ad app terze di interfacciarsi con altri servizi, ma non Sync. Per alcuni utenti potrebbe essere un limite, per altri un vantaggio in termini di sicurezza.

 

Oltre a una password complessa, consigliamo anche di usare l’autenticazione a due fattori tramite e-mail o Google Authenticator.

 

sync good security setting

 

Insomma, con Sync i propri dati non saranno mai soggetti a nessuna operazione di marketing strana o inoltro per questioni legali, e risultano anche protetti da qualsiasi tipo di furto. Il top per tutti coloro che danno molta importanza alla propria privacy.

 

(Torna all’inizio)

 

2. Conformità alla normativa globale sulla privacy dei dati

 

Ci è sembrato giusto separarlo dal punto precedente e sottolinearlo. Sync è affidabile in quanto a privacy anche perché ha sede in Canada, una nazione nota per le leggi molto severe su questo tema.

 

Sync è conforme a standard globali come GDPR e PIPEDA. Scopri tutta la normativa rispettata qui.

 

(Torna all’inizio)

 

3. Drive locale integrato con punti di accesso multipli

 

Un altro elemento che abbiamo apprezzato di Sync è che funziona come un drive locale integrato.

 

I backup automatici assicurano che i file siano al sicuro senza bisogno di adottare ulteriori misure proattive.

 

I punti di accesso multipli di Sync rendono il drive accessibile in ogni contesto, adattandosi a qualsiasi stile di vita o lavorativo.

 

  • App
    Disponibile per iOS e Android, con aggiornamenti frequenti.
  • Interfaccia web
    Accesso ai file da qualsiasi browser web, senza scaricare.

 

(Torna all’inizio)

 

4. L’opzione Vault permette di archiviare dei dati fuori dalla cartella di Sync

 

Un’altra cosa che abbiamo davvero apprezzato di Sync è la funzionalità Vault per i dati.

 

Di cosa si tratta?

 

Beh, si tratta di un meccanismo di archiviazione su cloud ultrasicuro: a differenza dei file all’interno della cartella di Sync, quelli dentro al Vault non vengono sincronizzati automaticamente. Si tratta di uno spazio sicuro accessibile dalle app.

 

Si tratta del luogo ideale dove salvare i dati di file e cartelle importanti che non devono essere persi, che non hanno bisogno di essere aggiornati regolarmente come i file lavorativi. Una funzionalità ottima anche per liberare spazio!

 

Spostare i file nel Vault è semplicissimo, basta selezionarli, cliccare su “Spasta” e spuntare la casella Vault.

 

sync secure cloud only storage

 

I file possono essere scaricati dal cloud sul computer facilmente, in ogni momento.

 

(Torna all’inizio)

 

5. Ripristino dei file semplice

 

Fa sempre piacere sapere che non solo viene eseguito il backup di un file, ma è possibile anche accedere alle varie versioni passate.

 

Hai commesso degli errori? Non preoccuparti: Sync ti permette di ripristinare un file alla versione precedente e riprendere il lavoro da lì. Puoi ripristinare qualsiasi file in qualsiasi orario o data passata.

 

Selezionando i tre puntini accanto al file si può accedere alla cronologia delle versioni:

 

sync easy file restore

 

La stessa cosa vale per i file eliminati:

 

  • I clienti con piano gratuito possono ripristinare qualsiasi file o cartella eliminata entro 30 giorni.
  • I clienti con Sync Pro e Business possono ripristinare qualsiasi file o cartella eliminata entro 365 giorni.

 

I file eliminati non contano ai fini del calcolo dello spazio di archiviazione totale!

 

(Torna all’inizio)

 

6. Ottime soluzioni per aziende

 

Sync offre anche una gamma di funzionalità che sono l’ideale per le società.

 

Troviamo eliminazione file da remoto e verifica dei file rubati per prevenire l’accesso ai dati, a cui si aggiungono gli strumenti di tracciamento delle modifiche, statistiche dettagliate e cronologia delle versioni dei file, ottimi per gestire i file dove collaborano più persone e per monitorare chi ha fatto cosa e quando.

 

(Torna all’inizio)

 

7. Condivisione di file e cartelle ottimizzata

 

Anche se bisogna tenere le cose al sicuro, è importante che la piattaforma di archiviazione su cloud permetta anche di condividere e trasferire file ad altre persone e dispositivi.

 

Sync non delude, permettendo di:

 

  • Condividere file di qualsiasi dimensione a utenti non Sync.
  • Condividere file tramite semplici link, accessibili senza account (i file così condivisi possono essere solo visualizzati).
  • Configurare delle cartelle condivise del team.
  • Impostare delle notifiche che monitorano le condivisioni tramite link.
  • Integrare delle funzionalità che estendono la crittografia “zero-knowledge” di Sync.com anche ai file condivisi.

 

Abbiamo anche apprezzato tantissimo quanto siano personalizzabili e modulari i permessi. Puoi disattivare un link, impostare una password o assegnare un orario o data di scadenza a ogni cartella.

 

sync allows customizing permission

 

La schermata è quella dell’account gratuito, dove è possibile solo impostare una protezione con password, ma serve a dare un’idea.

 

Sync è decisamente un’alternativa eccezionale alla classica condivisione di file tramite allegato.

 

(Torna all’inizio)

 

8. Spazio di archiviazione aggiuntivo gratuito

 

Ricordi i 5 GB gratuiti di base? Sync offre un programma di referenze che permette di incrementare lo spazio di archiviazione di 1 GB per ogni referenza.

 

Senza limiti! Per cui se vuoi dello spazio in più senza pagare, basta sfruttare le tue conoscenze con le referenze.

 

Insomma, considerando tutte le caratteristiche di Sync, crediamo che sia senza dubbio una delle migliori opzioni gratuite per l’archiviazione su cloud. Consigliamo di provarlo.

 

SCOPRI TUTTE LE FUNZIONALITÀ SU SYNC.COM

* Archivia, condividi e accedi ai file in sicurezza.

 

(Torna all’inizio)

 

Cosa non ci piace di Sync.Com

 

Passiamo ora ai lati negativi.

 

1. Abbonamenti solo annuali

 

Molti servizi di archiviazione su cloud offrono piani mensili, ma Sync non è uno di questi.

 

Devi pagare almeno 50 € all’anno (per il piano Personal – Mini da 200 GB).

 

Non è troppo costoso e i prezzi sono competitivi, soprattutto al crescere dello spazio di archiviazione in rapporto alla spesa mensile.

 

Tuttavia non è l’opzione più economica sul mercato, e capiamo che il piano annuale potrebbe non essere l’opzione ideale per tutti.

 

(Torna all’inizio)

 

2. Nessun accesso ad app terze

 

Come detto, il livello di sicurezza di Sync non permette l’integrazione di strumenti terzi.

 

Questo comporta alcuni problemi. Per esempio, non puoi visualizzare documenti, musica, film o foto in anteprima sul browser. Devi scaricare i file.

 

Questo potrebbe essere un limite insormontabile per alcune persone interessate a utilizzare il servizio di archiviazione in determinati modi, ad esempio se si devono gestire centinaia di foto con nomi numerici generici.

 

(Torna all’inizio)

 

3. Supporto limitato

 

Anche se abbiamo letto numerose recensioni positive sulla qualità del supporto, i canali sono un po’ limitati.

 

Tutte le domande devono essere inviate per e-mail, non dispongono di servizio telefonico o di una chat. Un limite se si pensa a problemi urgenti che richiedono una soluzione immediata.

 

(Torna all’inizio)

 

4. La sincronizzazione è occasionalmente lenta

 

Dato che deve essere effettuata una crittografia end-to-end, abbiamo letto numerosi commenti relativi alla lentezza di upload e download dei file. Questo potrebbe essere un limite per gli utenti che devono gestire i file velocemente.

 

La velocità massima assoluta è 40 Mbps, senza includere la crittografia. Il sito afferma che, anche se il ritardo della crittografia solitamente è impercettibile su file piccoli, potrebbe avere un impatto consistente nel trasferimento di file più grandi.

 

Ovviamente tutto dipende anche dalla velocità di connessione Internet. Personalmente non abbiamo avuto problemi quando spostavamo file e cartelle.

 

(Torna all’inizio)

 

5. Linux non supportato

 

Attualmente, non è presente un’app Sync accessibile da Linux. Ovviamente è possibile accedere all’interfaccia web di Sync.com tramite browser.

 

(Torna all’inizio)

 

Piani e prezzi di Sync

 

I piani principali si dividono tra Personal e Business:

 

Piani personal

 

Free
Mini
Pro Solo

Prezzo /mese
0 €
4,00 €*
6,60 €*

Spazio /utente
5GB
200GB
2TB

Trasferimento dati
5GB
200GB
Illimitato


* Il prezzo è con un abbonamento da 12 mesi.

 

(Torna all’inizio)

 

Piani business

 

Standard
Plus
Advanced

Prezzo /mese*
4,20 €
6,70 €
12,60 €

Spazio /utente
1TB
4TB
10TB

Utenti multipli


* Il prezzo è con un abbonamento da 12 mesi.

 

Anche se i prezzi sono mostrati su base mensili, come detto, ciascun piano presenta solo l’opzione di fatturazione annuale.

 

Sync offre un rimborso gratuito entro 30 giorni per permettere di provare il piano.

 

I pagamenti possono essere eseguiti tramite carta di credito, PayPal e bitcoin. Non ci sono tariffe nascosta ed è possibile modificare il piano in un secondo momento.

 

(Torna all’inizio)

 

Com’è Sync.com rispetto alla concorrenza?

 

Abbiamo parlato tutto quello che riguarda Sync, pro e contro, ma il mercato dell’archiviazione su cloud è enorme. Le società concorrenti sono tantissime, tutte pronte a sfidare Sync sia sul prezzo sia sulla sicurezza.

 

Vediamo due società concorrenti di spicco per capire com’è Sync rispetto a loro.

 

Sync VS pCloud

 

È sempre una buona idea confrontare i fornitori di spazio di archiviazione su cloud all’interno della stessa nicchia.

 

E dato che Sync dà priorità alla privacy, abbiamo pensato fosse giusto confrontarlo con un altro fornitore di spazio di archiviazione con crittografia “zero-knowledge” eccellente: pCloud.

 

  • Rapporto qualità/prezzo

    I prezzi dei piani personali annuali di pCloud e Sync sono simili, ma il primo offre 500 GB di spazio, contro i 200 GB del secondo (per tutti coloro che non hanno bisogno di TB).

     

    pCloud costa 47,88 € mentre Sync circa 50 € all’anno, ma pCloud offre anche pagamenti mensili.

     

    Certo, pagando annualmente si risparmia il 20%, ma capiamo che alcune persone preferiscono effettuare pagamenti più piccoli.

     

    Caratteristica unica di pCloud è il piano a vita.

     

    Non sappiamo ancora se si tratti di un regalo per l’umanità o un modo intelligente per attirare nuovi clienti. Tutto ciò che sappiamo è che si possono risparmiare 129,40 € in 5 anni pagando il piano a vita Premium Plus 2 TB rispetto a quello annuale.

     

    E per quanto riguarda i piani gratuiti? Beh, pCloud offre 10 GB di archiviazione gratuiti contro i 5 GB di Sync. Però lo spazio di Sync può crescere esponenzialmente con le referenze, mentre pCloud premia le referenze in denaro.

  •  

  • Privacy

    Tuttavia pCloud richiede un pagamento aggiuntivo per ottenere la crittografia zero-knowledge e la cronologia delle versioni estesa, invece Sync.com offre tutto questo di default.

     

    L’applicazione aggiuntiva è chiamata pCloud Crypto e costa 3,99 € al mese. Puoi anche averla nel piano a vita per 125 €.

     

    Entrambi i servizi offrono il massimo livello di crittografia: AES 256, ma pCloud non permette di implementare l’autenticazione a due fattori, soltanto password.

  •  

  • Comodità

    Ecco un fatto curioso, mentre Sync opera tramite la cartella di Sync, pCloud permette di definire le relazioni di sincronizzazione in modo personalizzato tramite il pannello di controllo.

     

    Praticamente, questo permette di collegare cartelle scelte all’interno del sistema a cartelle sul cloud. Si tratta di un’opzione inusuale, ma senza dubbio comoda!

     

    pCloud e Sync offrono anche varie funzionalità sviluppate appositamente per la condivisione di file e cartelle. Ad esempio entrambi permettono di configurare password e date di scadenza. pCloud però non permette di impostare limiti di download o notifiche sull’attività.

  •  

  • Anteprima dei file

    Ecco un vantaggio incredibile di pCloud: puoi visualizzare i file in anteprima.

     

    Sia documenti sia foto, e puoi anche ridimensionare le immagini e creare delle presentazioni! Per non parlare della possibilità di riprodurre musica e video fuori dalla cartella Encryption.

  •  

  • Conservazione dei file

    Sync è senza dubbio superiore per quanto riguarda la cronologia delle versioni e dei file eliminati. Con pCloud tutto viene conservato solo per 15 giorni (piano gratuito) o 30 giorni (piani a pagamento). Per aumentare il periodo di conservazione a un anno devi pagare altri 39 €.

 

(Torna all’inizio)

 

Sync VS Dropbox

 

Dropbox è un servizio famoso e un leader tra i fornitori di spazio di archiviazione su cloud.

 

Sync deve ancora farne di strada per raggiungere una tale popolarità, ma proviamo a mettere a confronto le caratteristiche dei due servizi.

 

  • Rapporto qualità/prezzo

    Dropbox offre pagamenti mensili oltre a quelli annuali (prendi nota Sync).

     

    Tuttavia, in generale, ha un costo più elevato e sono disponibili molte più applicazioni aggiuntive a pagamento, che sarebbe meglio avere gratis. Gli utenti hanno accesso a 2 GB con l’account gratuito, contro i 5 GB di Sync.

  •  

  • Velocità di sincronizzazione

    Ecco dove Dropbox inizia a splendere. Hanno sicuramente definito uno standard elevato per gli altri fornitori di cloud in termini di sincronizzazione fluida e veloce su vari dispositivi.

     

    Questo in parte perché Dropbox spia i file a blocchi aiutando a incrementare la velocità di sincronizzazione.

     

    Dispone anche di un’infrastruttura superiore con vari data center, gap che Sync non può colmare facilmente.

  •  

  • Produttività

    Dropbox offre vari strumenti da usare quotidianamente. Ad esempio, Dropbox Paper permette di salvare pensieri e note sul cloud.

     

    Consente anche di visualizzare i file in anteprima sul browser e modificare i documenti tramite Microsoft Office.

     

    Per non parlare del fatto che il menu di Dropbox è molto più intuitivo e semplice.

  •  

  • Privacy

    Considerata la sicurezza impressionante offerta da Sync, non abbiamo dubbio su quale sia il nostro servizio preferito in questo campo.

     

    Dropbox non offre crittografia end-to-end. I dati vengono decifrati prima di passare sul server.

     

    I file sono archiviati negli Stati Uniti d’America, una nazione famosa per problemi correlati alla privacy degli utenti. Sync invece archivia i dati in Canada dove la privacy è assolutamente una priorità.

     

    Abbiamo già detto che Dropbox si sta ancora riprendendo quando nel 2012 ha subito il furto di 68 milioni di password?

  •  

  • Condivisione delle cartelle

    La condivisione tramite link delle cartelle su Dropbox permette di impostare permessi per modificare i contenuti, mentre Sync consente solo la visualizzazione.

     

    Tuttavia le possibilità di personalizzare dei permessi di Sync superano quelle offerte da Dropbox di base. È possibile impostare link e date di scadenza solo tramite Dropbox Professional, che è più costoso.

 

(Torna all’inizio)

 

Verdetto: Sync.com è un servizio valido?

 

Tutto sommato, siamo impressionati dalle caratteristiche di Sync.

 

Grazie a crittografia end-to-end e a tutte le altre funzionalità al servizio della privacy, si tratta di una delle opzioni migliori per coloro in cerca di un servizio di archiviazione su cloud che tuteli completamente la riservatezza dei dati.

 

Certo, in termini di rapporto qualità/prezzo anche il piano a vita di pCloud è un’opzione eccezionale e, se sei disposto a pagare di più per pCloud Crypto, puoi avere lo stesso livello di protezione, a cui si aggiunge la comodità di poter visualizzare in anteprima i file.

 

E per quanto riguarda Dropbox? Anche se Sync non offre gli stessi strumenti per la produttività e le stesse ottimizzazioni del servizio, riteniamo che offra un livello di sicurezza e condivisione decisamente superiore. La fiducia con Sync non è mai in dubbio.

 

Apprezziamo anche che Sync ti permetta di pagare solo per lo spazio di cui hai bisogno, da 200 GB fino a 10 TB.

 

Acquista un piano Sync e goditi una sicurezza senza pari, o prova il servizio gratuito con 6 GB di spazio. Che aspetti?

 

SCOPRI SYNC.COM DA 4,00 € AL MESE

* Prezzo con un abbonamento da 12 mesi.
** Crittografia AES 256-bit e ripristino file entro 30 giorni.

 

(Torna all’inizio)

Sync.com

Spazio di archiviazione

Fino a 2 TB

Valutazione generale

A+

Da

3,70 €*

al mese

VISITA Sync.com

  • * Prezzo per piano da 12 mesi
  • • Archiviazione su cloud sicura

Informativa Pubblicitaria